Angelo Ferrillo e il suo viaggio a Saintes Maries de la Mer

Il pellegrinaggio dei gitani. Un'esperienza unica

La pittoresca cittadina della Camargue, Saintes Maries de la Mer si trasforma e si ammanta di un fascino senza tempo. Gitani da tutti gli angoli del mondo si radunano qui, il 24 e 25 maggio per venerare la loro patrona, Santa Sara la Nera, la cui statua e le cui reliquie sono custodite nella cripta della chiesa. 

Per noi ha documentato questo viaggio suggestivo il nostro Ambassador Hasselblad Angelo Ferrillo. Le fantastiche foto sono state scattate con Hasselblad X1D-50C, esaltando ancora di più lo spirito di questo pellegrinaggio.

“Vive les Sainte Maries, vive Sainte Sara”. È il grido che ti accompagna fino a casa e ti entra dentro dopo aver passato 2 interi giorni tra gitani, credenti e sostenitori di Santa Sara, Santa Maria Salomé e Santa Maria Jacobé. La leggenda narra che le tre Sante, lasciarono la terra santa il giorno dopo la resurrezione di Cristo a bordo di una imbarcazione per sbarcare sulle coste francesi, a Oppidum Râ (che dopo varie metamorfosi diventò Saintes Maries de la Mer). 

Il giorno 24 maggio di ogni anno c’è la rievocazione dell’arrivo delle Sante in Città, meta di pellegrinaggio, soprattutto dei gitani, dei quali Santa Sara è la Santa protettrice. Per due giorni la città si riempie di gitani, pellegrini e curiosi attratti dalla spettacolarità dell’evento. Rom, Sinti, Kalé, Romanichals, Romanisæl e Bohémien (tutti ceppi di varie parti del mondo, ma tutti Gitani), si accampano e sotto un unico credo, festeggiando notte e giorno Santa Sara. 

Il 24 maggio si celebra il rito per Santa Sara, portando in processione la statua della Santa dalla Cattedrale (Église de Notre-Dame-de-la-Mer) fino al mare, accompagnata dai guardiani a cavallo, mentre il giorno seguente, il 25 maggio, si processa per Santa Salomé e Santa Jacobé




Angelo Ferrillo:

Angelo Ferrillo nasce a Napoli nel ‘74 dove intraprende gli studi di Ingegneria e dove si avvicina alla fotografia, formandosi da autodidatta, fino ad approdare al mondo della fotografia professionale. 

Attualmente si occupa di fotogiornalismo e di fotografia corporate, è photoeditor e docente di fotografia presso lo IED Milano e OFFICINE FOTOGRAFICHE Milano

Dopo la chiusura del piano di studi con un Master in Fotogiornalismo ed un Master in Photoediting e Ricerca Iconografica, prosegue la strada della fotografia lavorando come fotogiornalista producendo reportage per Agenzie, ritratti, servizi di cronaca, oltre a commissionati per l'editoria e progetti personali di fotografia autoriale. 

Conosciuto al pubblico per la sua street photography e per i suoi reportage, Angelo Ferrillo collabora attivamente con editori nazionali ed internazionali e con brand leader mondiali dell'urban style progettando e sviluppando immagini di social adv e brand comunication. Oggi membro del direttivo AFIP e HASSELBLAD Ambassador.

                                                                                             

Condivisione

Fotogallery

Commenti

Non ci sono ancora commenti al momento per questo contenuto! Effettua il Login oppure Registrati per poter essere il primo a commentare!